29 luglio 2008. Oggi Adobe ha rilasciato la nuova versione di Lightroom: la 2.0
Nel seguente articolo troverete una recensione dettagliata ma concisa della maggior parte dei cambiamenti introdotti con questa versione rispetto alla precedente 1.4, insieme ad alcune personali valutazioni.

In estrema sintesi, non è un enorme passo avanti ma sono presenti molte aggiunte che semplificheranno la vita ai fotografi.

Analizziamole nelle diverse aree.

Libreria

  • migliorata vista della libreria con, tra le altre cose, indicato il volume/disco su cui si sta lavorando con lo spazio libero/occupato;
  • nuova barra di filtro che sostituisce la funzione di "Cerca", per filtrare per metadati, attributi e così via. Fino ad 8 colonne/filtri si possono aggiungere in E o in O. Particolarmente utile definire combinazione di filtri relativamente alle località.
  • Si possono anche salvare i filtri così da utilizzarli su altre cartelle. Molto bene, serviva proprio.
  • sono aggiunte le collezioni smart/intelligenti: si definiscono le condizioni di ricerca e dinamicamente Lightroom aggiunge alla collezione smart le immagini che rispettano questi criteri!

Importazione

  • increase of size of image from 10,000 pixels (Lightroom 1.x) to... 65,000 pixels (are they enough for the pixel race...?)

Esportazione

  • esportazione verso la stessa cartella dell'immagine sorgente;
  • automaticamente importa nel catalogo le foto esportate;
  • aumento della nitidezza adattativo ossia in funzione della destinazione d'uso dell'immagine (per stampa o visualizzazione a monitor);
  • esportazione direttamente a Photoshop senza la necessità di creare un file TIFF o PSD, l'esportazione tra l'altro può essere fatta come "smart object" verso Photoshop così da abilitare l'utilizzo dei filtri non distruttivi di Photoshop. Inoltre possono essere mandate a Photoshop immagini multiple insieme ad esempio per essere combinate in un panorama o una fotografia HDR (high dynamic range) - sebbene Photoshop non gestisce sempre al meglio gli HDR....
  • preset per gli editor esterni - si può configurare nelle preferenze un programma come editor esterno "ufficiale" in aggiunta a Photoshop, ma si possono definirne di aggiuntivi in base agli specifici formati del file (ad esempio un editor per le immagini con estensione .TIF).

Parole chiave

  • suggerimenti di parole chiave sulla base delle combinazioni già applicate ad altre immagini. Non so quanto potrà essere utile soprattutto se se ne usano molte.... in ogni caso non fa male...
  • filtro sulle parole chiave

Sviluppo

  • qui si trovano le maggiori novità rispetto alla versione Lightroom 1.4: correzioni locali, ossia si può cambiare solo su un'area specifica contrasto, luminosità, saturazione, colore e clarity. E' un'ottima notizia dato che spesso non si può modificare l'intera immagine e quindi bisogna lavorare con Photoshop. Le correzioni locali si fanno con il classico "pennello" che si conosce in altri software e non selezionando una zona precisa (nelle immagini è raro che ci siano contorni geometrici netti).
  • funzionalità di auto-maschera per confinare l'effetto del pennello in modo che non debordi da un'area con un certo colore su cui si sta lavorando - molto utile;
  • fino a 2 pennelli possono essere usati in combinazione e i relativi preset possono essere salvati!
  • un'altra importante aggiunta è lo strumento gradiente che consente di simulare un filtro a gradiente ad esempio per cambiare la luminosità del cielo in modo maggiore in alto e man mano sempre meno.
  • sono stati aggiunti utili scorciatoie di tastiera al pannello delle regolazioni Base: si può ciclare sui controlli utilizzando i tasti virgola, mentre i tasti + e - incrementano e decrementano il controllo attivo di un valore fisso standard, se serve una modifica di un valore maggiore si può tenere premuto il tasto Maiuscolo. Premendo il punto e virgola causa il reset del controllo attivo al suo valore di default.
  • migliorate le auto-correzioni, dopo i riscontri dati dagli utenti (ad esempio gli utenti Canon si sono lamentati parecchio per una tendenza a spostare i rossi verso l'arancio).

Altro

  • suporto a due monitor - può essere molto utile se si possiedono due monitor, uno serve per scorrere le immagini e l'altro per l'edit.
  • versione beta nuovi profili colore per le fotocamere. Sono forniti nuovi profili per una serie di fotocamere e...
  • è fornito un Editor dei Profili sul sito di Adobe Labs: lo si trova sotto il noem di "DNG Profile Editor" (link qui) dato che l'immagine di input per creare un profilo deve essere di tipo DNG. In questo modo di può avere i propri profili personali, che riguardano anche il bilanciamento dei colori.
  • nuove scorciatoie di tastiera, sempre benvenute dato che con la sola tastiera si va più veloci che con il mouse;
  • un'interfaccia più semplice/ordinato, ad esempio il pannello di sinistra ora serve solo per selezionare la sorgente delle immagini.
  • Lightroom 2.0 è pienamente compatibile solo con Photoshop CS3 versione 10.0.1 (ultimo al momento) con il modulo Adobe Camera Raw 4.5 (rilasciato anche oggi).

Cosa manca?

  • ancora non c'è una vista con ingrandimento 1:1 view nella vista di confronto, per cui non è possibile confrontare i dettagli di due foto - molto grave a mio parere;
  • non c'è correzione dell'effetto prospettico;
  • non c'è supporto per il profilo di colore CMYK che si usa per la stampa;
  • non si può definire la cartella di destinazione di un'esportazione con una regola (ad esempio utilizzando la data delle foto che si vogliono esportare).