Canon ha annunciato che sta sviluppando un nuovo sistema per la stabilizzazione delle immagini che ne dovrebbe migliorare in modo significativo l'efficacia, specialmente per la fotografia macro, dove le vibrazioni della mano influenza particolarmente la nitidezza dello scatto.

Il nuovo sistema è comunque ancora interno all'obiettivo, come nella tradizione Canon che ha ben 21 obiettivi stabilizzati (i modelli con la sigla "IS") e come Nikon (i modelli con la sigla "VR"), mentre altri costruttori come Sony/Minolta e Olympus hanno optato per un sistema interno al corpo della fotocamera. I dibattiti continui su quali sia il migliore in base alle varie situazioni (es. grandangolo vs tele), dal punto di vista economico la stabilizzazione è sicuramente più economica per l'utilizzatore che la "compra" una volta sola.

Il nuovo sistema Canon sarà chiamato Hybrid image stabilization dato che si prefigge di compensare sia la vibrazione di rotazione (camera che leggermente ruota in senso orario o antiorario) che quella di traslazione (spostamento in alto/basso) con un doppio sistema giroscopico.

Canon ha anche annunciato che un nuovo obiettivo che sarà disponibile intorno alla fine di quest'anno utilizzerà il nuovo sistema ibrido.

Sarà molto interessante vedere come si comporta.

Aggiungi commento
  • Nessun commento trovato