Ieri Sony in una conferenza a San Diego (California) ha annunciato una nuova fotocamera mirrorless formato APS-C: la Sony A6400. E' un aggiornamento rispetto alla A6300 con in più alcune nuove funzionalità appena annunciate da Sony che verranno aggiunte ai recenti modelli a formato pieno, mentre manca la stabilizzazione del sensore che invece era stata aggiunta nella A6500.

La A6400 conserva molte delle caratteristiche della A6300: 24 megapixel, 425 punti di messa a fuoco, registrazione video fino a 120 fotogrammi al secondo in Full HD o 30 fps in 4K, scatto a raffica fino a 11 scatti/s (8 se si vuole la vista in tempo reale dell'inquadratura). Vediamo i principali aspetti di novità di questo modello rispetto alla A6300:

  • Schermo LCD inclinabile verticalmente fino a 180° in modo che sia orientabile verso il soggetto per auto-riprese/selfie anche per video. Questo era un aspetto mancante nei modelli precedenti rispetto alla concorrenza. Solo un punto di attenzione: se si monta un microfono sull'attacco del flash, la vista dell'LCD in posizione selfie viene abbastanza ostruita. 
  • La nuova funzionalità di Sony di fuoco sull'occhio avanzato (abilitato in automatico con la sola pressione a metà del tasto di scatto) e con maggiore accuratezza rispetto a prima. La nuova funzione di "eye-AF" sarà estesa anche agli occhi animali per la prossima estate, una novità assoluta offerta da Sony.
  • La nuova funzionalità di tracciamento Auto Focus, chiamata tracciamento in tempo reale per le foto, che supera la (non comoda) funzione di lock-on AF per il fuoco in inseguimento di soggetti in movimento utilizzando alcuni algoritmi di intelligenza artificiale (l'intelligenza artificiale sta diventando molto di moda).
  • Un autofocus ancora più veloce che Sony dice essere il più veloce al mondo, fino a soli 0.02 secondi.
  • Filmati
    • Migliorato AF nell'inseguimento.
    • Utilizzo della versione a 8-bit dell'Hybrid Log Gamma per registrare video HDR in questo formato.
  • Intervallometro, finalmente.. ogni fotocamera ormai ce l'ha, mentre nella A6300 bisogna acquistare una app aggiuntiva per questa funzione (la situazione è attualmente ancora peggiore sulle pieno formato, tipo la A7III, dove è proprio non possibile fare un time-lapse, anche se ieri è stato annunciato che questo limite sarà superato nei prossimi mesi da un aggiornamento firmware).
  • Un'impugnatura un po' più grande, come nella A6500.

Qui di seguito il video in inglese di presentazione ufficiale della Sony A6400:

Cosa manca? Il sensore stabilizzato della A6500 e la presa per le cuffie.

Il prezzo è molto interessante, 1050 € che è meno di quanto costava la A6300 al lancio. Caratteristiche e specifiche della A6400 sono disponibili nel nostro Catalogo di Fotocamere at questo link.

Aggiungi commento
  • Nessun commento trovato