Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Ieri Sony ha annunciato il nuovo modello di punta a pieno formato (35 mm) della serie R che ha come caratteristica la massima risoluzione: la Sony A7R IV, succede alla A7R III che era stata annunciata ad ottobre 2017.

Il prezzo di listino al lancio sarà di 4000 €. Qui il video ufficiale di Sony in inglese.

Le specifiche e i link alle migliori recensioni, man mano che usciranno, sono disponibili nella Banca dati LightPoint di Fotocamere a questo link, ma vediamo qui una breve recensione degli aspetti innovativi più interessanti della Sony A7R IV.

Principali novità:

  • sensore: un nuovo sensore da.. 61 megapixel, questa è la più alta risoluzione per una fotocamera pieno formato (35 mm). Sony sta cercando qui di attirare i fotografi che usano il formato medio (ancora più grande del 35 mm) - si può vedere nel nostro Database delle fotocamere che le medio formato come le Hasselblad, Leica, Fujifilm, Phase One iniziano da 64 megapixel fino a 150 - con un prezzo concorrenziale di 4000 € e un lunghissimo elenco di obiettivi compatibili. Per le leggi dell'ottica, una così alta risoluzione (quindi pixel più piccoli) implica una riduzione della nitidezza per diffrazione con diaframmi chiusi, da circa f/11 in avanti, dove i sensori a medio formato, essendo più grandi, soffrono meno di questo limite.
    • Sony ha pubblicizzato che il nuovo sensore è in grado di offrire nella sensibilità base ben 15 stop di gamma dinamica, è moltissimo per una fotocamera di questa fascia di prezzo.
    • Come nel modello precedente Sony A7R III, è disponibile una modalità multi-scatto per combinare 4 o 16 scatti in una singola immagine di risoluzione altissima: con 16 è possibile creare un'immagine da... 240 megapixel con un file enorme. La corsa infinita a sempre più megapixel non è mai finita.
  • Auto Focus: il sistema di messa a fuoco automatica è preso dall'ammiraglia A9 con 567 punti a rilevamento di fase più 425 a rilevamento di contrasto.
    • Sono disponibili ovviamente il nuovo sistema di inseguimento AF in tempo reale e la messa a fuoco su occhi di animali, funzionalità introdotte recentemente nella Sony A9 e A6400.
    • Due nuove opzioni benvenute: una per scegliere il colore del punto di messa a fuoco tra bianco e rosso (finora era sempre grigio e non sempre ben visibile) e una nuova modalità "Priorità di Fuoco" che lascia il diaframma completamente aperto per mettere a fuoco meglio anche in poca luce anche se ovviamente con un minimo ritardo nello scatto.
  • Mirino: un nuovo mirino da 5.7 megapixel, un miglioramento molto apprezzato, che colma il divario con la serie S1 Panasonic e la Fujifilm GFX100, con 60 immagini al secondo. E' disponibile anche una modalità a velocità doppia (120 fps) ma con minore risoluzione - non è ancora noto di quanto sia inferiore. A proposito: lo schermo LCD non è stato aggiornato.
  • Prestazioni: la Sony A7R IV mantiene la raffica a 10 scatti/sec come la A7R III (42 MP) anche se la risoluzione è stata alzata a 61 MP. Purtroppo il rolling shutter (gli oggetti in movimento che appaiono curvati) usando l'otturatore elettronico sembra abbastanza visibile dai primi test per cui è meglio usare l'otturatore meccanico per fotografare soggetti in moto.
  • Corpo: vari miglioramenti di ergonomia come un'impugnatura più larga (una richiesta comune di molti fotografi soprattutto di chi ha mano più grandi ed ottenuta con soli 8 grammi in più di peso), un'esperienza tattile diversa con il joystick posteriore e con la rotella di fianco a quella della compensazione dell'esposizione, l'aggiunta di un tasto di blocco a questa rotella della compensazione dell'esposizione (può essere utile per evitare di modificare l'esposizione quando si tira fuori la macchina foto dalla borsa), il tasto di AF-on più grande ed in posizione più alta.
    • entrambi gli alloggiamenti per le schede di memoria sono ad alta velocità (UHS-II) mentre prima uno era ad alta velocità e l'altro standard.
    • Una migliore tenuta alle intemperie - alcuni test sui precedenti modelli Sony avevano mostrato una minore impermeabilità rispetto alle migliori pieno formato della concorrenza, in particolare sullo scompartimento della batteria.
  • video: l'inseguimento della messa a fuoco sull'occhio è ora disponibile anche nelle riprese video con lo schermo LCD sensibile al tocco per iniziare l'inseguimento. E' stato anche presentato un nuovo microfono da innestare sulla slitta superiore della fotocamera e che invia alla fotocamera stessa la registrazione audio in corso direttamente in formato digitale.
  • potenziamento del trasferimento FTP delle immagini via wifi.

Cosa "manca":

  • video: nessun miglioramento sulla qualità rispetto ai modelli precedenti - non è disponibile la registrazione (anche solo esterna via presa HDMI) a 10 bit (alcune fotocamere della concorrenza lo fanno), né la registrazione a 60 scatti/s per il 4K.
  • il rolling shutter è abbastanza visibile, non come nella A9 che è specializzata per lo sport.
Aggiungi commento