Bryce Bayer, ex scienziato della Kodak, nel lontano 1975 inventò un filtro colore, che poi prese il suo nome come Filtro di Bayer, da mettere di fronte ad un sensore per creare un'immagine a colori da un sensore monocromatico.

Bayer è stato premiato dalla Royal Photographic Society (fondata ben nel 1853!) per questa invenzione che preparò la strada alla fotografia digitale.

Forse infatti non tutti sanno che le macchine fotografiche digitali utilizzano proprio un sensore monocromatico (su scala di grigio) e non un sensore a colori. Un filtro di Bayer è posto di fronte al sensore con tanti minuscoli vetri colorati quanti pixel ci sono sul sensore (un piccolissimo vetro rosso di fronte al primo pixel, poi uno verde per il secondo pixel, poi uno blu per il terzo pixel, poi di nuovo uno verde, eccetera) in modo da simulare un sensore a colori.

Attraverso un algoritmo matematico, viene interpolata e ricostruita l'immagine a colori! Grazie Bryce!

Aggiungi commento
  • Nessun commento trovato