Ieri Phase One ha rilasciato l'aggiornamento del suo noto software di manipolazione delle immagini RAW e di catalogazione: Capture One 12.

Ecco qui nel seguito le principali novità:

    • una nuova interfaccia utente e menu rivisti con un design moderno e ancora più amichevole;
    • nuova maschera di luminosità per selezionare aree che hanno simile livello di luminosità (chiamata anche "luma"), utilissima ad esempio nei paesaggi;
    • due nuove maschere a gradiente: gradiente lineare e gradiente radiale, che possono essere ridimensionati, spostati... ruotati e persino resi asimmetrici, un grado di flessibilità che supera l'attuale concorrente Adobe Lightroom CC 2018.
  • un nuovo gestore delle combinazioni di tasti, per una ricerca e modifica più veloce delle associazioni;
  • una novità molto gradita: un sistema di plugin! Finora non era possibile aggiungere plugin a Capture One, mentre Lightroom offre questa estensibilità da anni. Ora la distanza è potenzialmente colmata, anche se ora si tratta di creare i plugin!
  • supporto alla simulazione pellicola per Fujifilm;
  • supporto a nuove fotocamere e nuovi obiettivi (tra cui le nuove mirrorless a pieno formato Nikon Z6 e Z7 e la Canon EOS R).

Qui il video ufficiale in inglese sui nuovi gradienti:

e qui il video sulla maschera di luminosità:

Il prezzo è di 349 € per i nuovi utenti e 159 € per l'aggiornamento (prezzi aumentati) oppure è disponibile un abbonamento con aggiornamenti continui a 220 € l'anno (più del piano Adobe con Lightroom e Photoshop).

La pagina internet ufficiale che spiega le novità in inglese è raggiungibile a questo link e la nuova versione è censita nel nostro catalogo dei software fotografici qui.

Aggiungi commento
  • Nessun commento trovato