Ieri, 5 gennaio 2016, Nikon ha annunciato due nuove e sofisticate reflex digitali: la D500 per il segmento intermedio/avanzato e la D5 per il segmento professionale.

Hanno moltissime caratteristiche tecnologicamente avanzate, con notevoli aggiornamenti rispetto ai modelli precedenti, rispettivamente la D300s (dopo 6 anni, fa piacere che ogni tanto l'industria lavori per un po' per innovare e non solo butti sul mercato nuovi modelli ogni 6 mesi per far sentire vecchia la nostra foticamera) e la D4x.

Vediamo insieme i punti più interessanti.

D500

  • E' un formato DX (ossia non 35 mm ma "crop" con fattore 1.5) con sensore CMOS da 20.9 megapixel (fortunatamente non di più dato che più i pixel sono tanti e quindi piccoli e più si perde in reale risoluzione per scatti con diaframmi chiusi per via della diffrazione oltre ad un aumento del rumore digitale ed una diminuizione della gamma dinamica).
  • un super nuovo sistema di AutoFocus (Multicam 20K):
    • 153 punti di messa a fuoco di cui 99 sono cross (ossia mettono a fuoco sulle linee sia orizzontale che verticali). Attenzione solo che solo 55 dei 153 punti solo selezionabili dall'utente (forse non tutti i siti vi diranno questo);
    • il punto centrale di messa a fuoco funziona con pochissima luce, addirittura -4 EV! E questo combinato con la tecnologia leader di Nikon di inseguimento degli oggetti promette AF di prestazioni eccezionali.
    • Questi punti sono distribuiti su tutta la larghezza dell'inquadratura! Non più problemi di messa a fuoco quando il soggetto è sui lati dell'inquadratura.
    • Infine, sempre sul lato AF, c'è una nuova funzione di autoregolazione dell'AF che promette di tarare la messa a fuoco del punto centrale quando si scatta con il mirino ottico utilizzando probabilmente l'AF sul sensore (quello che viene utilizzato quando si scatta in live view). Sarà da scoprire e verificare, punta a migliorare la precisione dell'AF con lo scatto appunto con il mirino ottico, che talvolta è meno preciso rispetto alle mirrorless che utilizzano l'AF sul sensor anche se è più lento. La battaglia tra reflex e mirrorless è molto interessante, a mio parere le reflex stanno combattendo per non soccombere nel medio termine, dato che le mirrorless hanno più possibilità di vincere nel lungo termine.
  • esposimetro a 180'000 pixel di misura, impressionante.
  • Raffica a 10 scatti al secondo con un buffer per...200 scatti RAW, un valore enorme mai visto finora su altre fotocamere.
  • 100% copertura del mirino ottico.
  • connettività potenziata: oltre al wifi, la nuova fotocamera sarà in grado di usare la modalità bluetooth a basso consumo (o anche il wifi volendo) con il nuovo sistema Snapbridge per mantenere una connessione sempre attiva con uno smartphone così da trasferire le immagini in tempo reale, aggiungere un marchio, la posizione GPS.... Eccezionale.
  • caratteristiche video: registrazione 4K/UHD (3840 x 2160) a 30/25/24 fps, anche se pare che sia limitata a 3 minuti. C'è anche la ormai scontata ripresa full-HD con i soliti limiti di 30 minuti (imposti da quetioni di tasse) ma anche a 60 fps. Ma c'è di più: una funzione per creare direttamente dei timelapse (video da scatti messi in sequenza) con formato 4K/UHD, uscita HDMI non compressa (che funziona anche mentre la macchina salva sulla scheda di memoria interna) e per la ripresa in HD (non per 4k) un nuovo stabilizzatore elettronico, ossia fatto via software e non con i meccanismi a giroscopio per stabilizzare le immagini che sono presenti negli obiettivi Nikon (e di altre marche).
  • gamma ISO fino a 51600, con espansione fino a... 1.6 milioni ISO equivalenti. Beh.., questi numeri mi lasciano tra lo stupito e il perplesso, se qualcuno ricorda quando 1600 ASA per le pellicole erano un valore altissimo per utilizzi in condizioni proprio speciali.
  • schermo LCD da 3.2 pollici sensibile al tocco (Nikon è stata all'inseguimento di Canon su questo) e ben 2.4 milioni di pixel. E' curioso come gli LCD dietro le macchine hanno ora la stessa risoluzione che avevano le fotocamere digitali un po' di anni fa Surprised, lo schermo si può inclinare (non ruotare) - credo sia fondamentale per scattare in posizioni non standard.
  • due comparti per le schede di memoria, uno SD e uno XQD (non usa le Compact Flash).
  • peso: 860 grammi con scheda XQD.

L'annuncio ufficiale è disponibile in inglese al seguente link. La nuova macchina sarà disponibile da marzo 2016 con un prezzo iniziale negli Stati Uniti di 2000 dollari per il solo corpo, oltre ad un offerta pacchetto con un obiettivo, sarà disponibile anche un nuovo corpo batteria aggiuntivo -carissimo a 450 dollari- e un nuovo trasmettitore wifi -935 dollari!

Perché D500 e non D400 dato che è un aggiornamento della D300s? Perché condivide molte caratteristiche e tecnologia con la nuova macchina professionale: la D5. Vediamo allora brevemente questa.

 

D5

Riporto qui solo le principali differenze rispetto alla D500:

  • sensore peino formato - 35 mm con 20.8 megapixel;
  • raffica a 12 scattial secondo (contro i 10 della D500);
  • gamma ISO fino a 102400.
  • peso 1415 grammi (con scheda CF).

L'annuncio ufficiale è disponibile a questo link, una versione in italiano (ma ridotta) sul sito Nikon italiano qui.

 

Infine, per chi è interessato ad una breve intervista in inglese con il capo prodotto di Nikon di queste fotocamere subito dopo l'annuncio alla fiera CES 2016, è disponibile a questo link (da DPReview).

Aggiungi commento
  • Nessun commento trovato